Mini Madeleine

Madeleine

Madeleine

Le mini madeleine sono molto semplici e veloci da fare, danno il loro massimo inzuppate nel tè. La ricetta che riporto qui di seguito è una rielaborazione di quella classica (sono partita dalla versione di GialloZafferano e ho fatto qualche piccola modifica), ma può essere arricchita in vario modo. Si possono aggiungere aromi diversi (cannella, zenzero, pepe), farcirle, ricoprirle per metà con cioccolato. In ogni caso, ne adoro proprio la semplicità, un aspetto elegante ma non vistoso che conduce ad assaporarle con non curanza, per poi scoprire, una volta portate alla bocca, che sono in grado di portarci ben oltre quanto promesso.

Inevitabile, a questo punto, citare Proust:

“Mandò a prendere uno di quei dolci corti e paffuti, chiamati maddalene, che sembrano lo stampo della valva scanalata di una conchiglia di San Giacomo. E poco dopo, sentendomi triste per la giornata cupa e la prospettiva di un domani doloroso, portai macchinalmente alle labbra un cucchiaino del tè nel quale avevo lasciato inzuppare un pezzetto della maddalena. Ma appena la sorsata mescolata alle briciole del pasticcino toccò il mio palato, trasalii, attento al fenomeno straordinario che si svolgeva in me. Un delizioso piacere m’aveva invaso, isolato, senza nozione di causa. E subito, m’aveva reso indifferenti le vicessitudini, inoffensivi i rovesci, illusoria la brevità della vita…non mi sentivo più mediocre, contingente, mortale.”

Marcel Proust, Dalla parte di Swann (da Filosofico.net)

Ingredienti

Per circa 60 mini madeleine

  • 170 g di burro
  • la buccia di 1 limone grattugiata
  • la buccia di 1 arancia grattugiata
  • 10 g di miele di castagno
  • 150 g di zucchero
  • 170 g di uova (circa 3 uova medie)
  • 170 g di farina
  • 8 g di lievito chimico
  • 1 g di sale fino
  • 1 stampo per mini madeleine da 24 (io ne uso uno in silicone)

Procedura

  1. Tagliare il burro in cubi di 2-3 cm di lato, inserirli in una ciotolina e scaldarli al microonde per circa 15-20 secondi (circa 950 Watt). Al termine dovrebbe risultare ammorbidito ma non sciolto.
  2. Aggiungervi la buccia grattugiata di limone, quella di arancio e il miele. Mescolare per insaporire.
  3. Montare quindi con lo zucchero e aggiungere gradualmente le uova, leggermente sbattute.
  4. Infine, incorporare gradualmente la farina mescolata con il lievito e il sale.
  5. Distribuire nello stampo precedentemente unto con un po’ di burro, aiutandosi con un pennello (facoltativo se si usa lo stampo in silicone, io lo faccio ugualmente perché conferisce un profumo di burro gradevole alla superficie delle madeleine). Per questa procedura io utilizzo una sac à poche. Non riempire troppo le forme, perché lievitano molto durante la cottura: arrivare ad un mm circa dal bordo, anche meno.
  6. Cuocere per circa 15 minuti a 180 °C in forno ventilato. Quindi, estrarle subito dallo stampo e lasciarle raffreddare separate le une dalle altre.
  7. Servirle tiepide con il tè.

Tag: ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *