Fiadoni
















Cosa serve per il ripieno
400 g di pecorino grattugiato poco stagionato (deve essere ancora morbido)
3 uova per l’impasto + 1 per la farcitura
1 bustina di lievito per dolci
Cosa serve per la pasta
600/700 g di farina
3 uova
50 ml di olio
100 ml di latte
1/2 bustina di lievito per dolci

Come si fa
Amalgamare gli ingredienti per la pasta e far riposare per circa un’ora in una ciotola coperta con uno strofinaccio. Utilizzare dai 600 ai 700 g di farina fino ad ottenere un impasto con una consistenza lavorabile. Per il ripieno, sbattere le uova, aggiungere il formaggio e il lievito.
Stendere la pasta in sfoglie sottili (1-2 mm), ritagliare dei dischi e mettere su ciascuno di essi un po’ di impasto, chiuderli facendo aderire i margini e premendo con una forchetta, realizzando in questo modo anche una decorazione del bordo. Spennellare la superficie con il rosso dell’uovo, forare (per far “respirare” il ripieno, altrimenti può “scoppiare”) e infornare a 180°C per 15/18 minuti (controllare la cottura, il tempo può variare notevolmente a seconda del forno, del formaggio e della dimensione dei fiadoni).

Se volessi esagerare…
Sono molto buoni anche con il parmigiano al posto del pecorino. La ricetta originale prevede un mix di formaggi con prevalenza di rigatino, un formaggio stagionato misto mucca e pecora.

Segni particolare
Tipico pasquale, viene solitamente decorato con delle foglie di ulivo infilate prima della cottura nella “pancia” del fiadone. Ricetta della nonna.

Tag: , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *